Programma per il Municipio VIII

UN PROGRAMMA SEMPLICE PER COSE GRANDI

- Restituisci dignità e vita al tuo quartiere

- Politiche per famiglie e fasce deboli

- Rendi vivo e sostenibile il Municipio più verde di Roma, la città più verde d’Europa

- I giovani, il nostro futuro

- Strade, case e negozi sicuri

- Mobilità intelligente, Patrimonio efficiente

vita VITA

Municipio a misura di famiglia

Creazione di un ASSESSORATO alla FAMIGLIA “La famiglia è essenziale per ogni persona ed è la cellula primaria della società”
  • Politiche per la famiglia specie se numerosa con apposito assessorato, incentivi per i nuovi nati per combattere la crisi demografica, asili nido gratuiti dopo il terzo figlio, addizionali ridotte, contenimento delle tariffe degli asili.
  • Politiche per l’infanzia, l’adolescenza: incentivare luoghi già familiari ai ragazzi come le scuole per creare luoghi di incontro sicuri oltre l’orario scolastico dove i ragazzi possono fare sport, attività di musica e teatro, corsi di cultura e lingua straniera oltre al sostegno scolastico come compiti seguiti da tutor. Costituire la figura del sorvegliante delle strade durante gli orari di entrata e uscita da scuola, compito spesso svolto dai volontari per tutelare la sicurezza dei ragazzi e dei genitori. Incentivare la conoscenza del quartiere ai più piccoli attraverso gite e progetti sul proprio territorio.
  • Scuola: “Scuola di tutti, scuola per tutti”, sostegno e piena integrazione delle diversità culturali e alunni con difficoltà.
  • Nuovo piano generale per l’edilizia scolastica, recupero e individuazione di strutture pubbliche sul territorio preesistente da destinare a nuovi asili nido, per incentivare la natalità, e a scuole primarie e secondarie per rispondere in maniera adeguata al sovrannumero negli anni successivi, rendendone possibile l’iscrizione a tutti i bambini del municipio; è una operazione economica virtuosa che crea occupazione e aiuta i genitori; Messa in sicurezza e decoro degli istituti scolastici preesistenti.
  • Contrasto all’informazione distorta e alle ideologie unilaterali sviluppando invece un più libero e costruttivo pensiero critico soprattutto sulle teorie gender per denunciare i corsi ingannevoli che introducono surrettiziamente concezioni di famiglia e di sessualità contrarie alla Costituzione e al diritto naturale;
  • Attivazione di centri di aggregazione per giovani, anziani e famiglie con la realizzazione di centri per il gioco, la cultura e l’incontro.
  • Azioni di sostegno alle madri incinte. Saranno promossi centri di ascolto e di supporto psicologico e spirituale alle donne in stato di gravidanza rivalutando i consultori familiari per la tutela delle donne e dei bambini che portano in grembo. Con un particolare supporto per tutte quelle donne che, in difficoltà, pensano di utilizzare un aborto aiutandole invece, anche economicamente, a trovare soluzioni che propendano per la scelta alla vita pur nel totale rispetto della loro libera scelta.
  • Attrazione di Fondi e spazi comunali per le realtà che promuovono la tutela della vita, dal concepimento fino alla morte naturale, e che sostengono le relazioni familiari e la genitorialità.
  • Adozione e affido familiare “Una famiglia per ogni bambino”, affinché ogni bambino e in particolare gli adolescenti possano crescere con un padre e una madre. Contributo economico per le adozioni internazionali.
  • Promuovere i Matrimoni. L’impegno pubblico assunto da due giovani davanti alla comunità in cui vivono, secondo i dettami dell’Art.29 della Costituzione, sarà premiato dal Municipio, che promuoverà progetti pubblici mirati a sostenere le famiglie nuove.

servizi SERVIZI e LAVORO

Il Municipio come casa comune

Nella capitale della cristianità la solidarietà verso il più debole è scritta nel nostro DNA e la cultura della solidarietà è capace di generare lavoro, anche veicolando finanziamenti o sussidi sociali di settore verso un volontariato premiante per moltiplicarne gli effetti. Il Municipio diventa una casa comune dove trovare ascolto e accompagnamento, attraverso:
  • Sportello di ascolto prioritario per i comitati e le associazioni territoriali; attivazione di percorsi di collaborazione volontaria, in una ottica di utilità sociale, di minimo costo e massima efficacia.
  • Finanziamenti e sussidi sociali indirizzati verso un volontariato premiante quali associazioni laiche e religiose, in particolare parrocchie, quando svolgono compiti di aiuto sociale agli indigenti e ai bisognosi.
  • Assistenza completa con accompagnamento a persone malate, disabili, non autosufficienti.
  • Redazione di progetti sociali di assistenza e di occupazione, nonché di valorizzazione con finanziamenti europei e fundraising.
  • Inclusione sociale dei disoccupati, poveri, anziani, disabili, bambini. Deve essere tutelata la vita dal concepimento alla morte naturale per cui il Municipio appoggerà e sosterrà chiunque difenda nei fatti questi principi naturali.
  • In particolare per garantire assistenza e sostegno alle persone con disabilità, proponiamo:
    • un piano per eliminare le barriere architettoniche;
    • l’instaurazione di un coordinamento di supporto e di confronto con tutte le associazioni che operano nel territorio a favore dei disabili.
    • la creazione di un servizio di ascolto per i bisogni e le esigenze dei disabili e delle loro famiglie.
    • la creazione di una rete di solidarietà con i commercianti di zona per mettere a disposizione un mezzo di trasporto per persone disabili da destinare alle associazioni.
  • Anziani: “Gli anziani sono le radici da rispettare e difendere”. Attenzione massima sarà dedicata alla possibilità di offrire un maggior diritto alle cure e alla ricerca del benessere psicofisico, attraverso promozioni alla salute da parte di enti e figure sul territorio che vogliono promuovere la loro attività.
  • Sportello micro-imprese, negozi di vicinato e aziende a conduzione familiare.
  • Sportello “emergenza dipendenze patologiche”.
  • Snellimento delle procedure burocratiche per favorire lo sviluppo dell’economia locale, eliminando o diminuendo gli elementi di criticità di quelle attuali, come ad esempio per l'apertura di esercizi commerciali, attraverso il reengineering dei processi in essere.

ambiente AMBIENTE e TURISMO

Qui la vita è sempreverde

La qualità dell’ambiente in cui viviamo è di importanza assoluta per ogni persona dal bambino all’anziano, determina il proprio benessere psicofisico e contribuisce alla gioia di vivere. Il Municipio VIII è tra i municipi più verdi di Roma con i suoi quasi 2 milioni di mq di superficie e circa 15mq per abitante, e vogliamo valorizzare il nostro territorio perché possa diventare un polo verde turistico, fruibile e attrattivo, favorendo in tal modo una economia ambientale percorribile.
  • “La via dei parchi”, connettere e valorizzare i Parchi del Municipio - Caffarella, Appia Antica, Tor Marancia, Forte Ardeatino, Istituto Agrario, Tre Fontane: a piedi e su piste ciclabili, tra siti archeologici come catacombe, chiese, abbazie, attraverso percorsi nel verde con forte attrazione turistica.
  • Promozione dei quartieri monumento come la Garbatella dove si trovano anche le Catacombe di Commodilla.
  • Manutenzione delle aree a verde pubblico anche con concessione agli abitanti e loro aggregazioni.
  • Promuovere l’adozione di aree verdi.
  • Promuovere gli orti urbani a vantaggio dell’intera comunità.
  • Promozione del decoro urbano.
  • Spazi dedicati agli amici a 4 zampe.

giovani GIOVANI

La cultura è lavoro, il lavoro è cultura

I giovani sono la perla preziosa del nostro territorio, per questo vogliamo offrire loro massimo ascolto e accoglienza dei loro bisogni e idee. In questa direzione vogliamo attuare:
  • L’alternanza scuola lavoro come occasione di vero incontro tra giovani, famiglie e imprese.
  • Un Concorso di idee nei licei del municipio per proporre esperienze culturali e/o lavorative relative al nostro patrimonio storico e archeologico e per proposte riqualificazione sociale.
  • L’Istituzione di laboratori per avviare al lavoro giovani disoccupati, in particolare lavori artigianali in accordo con enti formativi e istituti presenti sul territorio come alberghiero, ristorazione, agrario e cosi via.
  • La concessione di un "prestito d'onore" per l’inizio dell’attività, da restituire entro tre anni dall’avvio del progetto a interessi zero.
  • Corsi di educazione civica.
  • Volontariato premiante in accordo con le associazioni no profit.
  • Istituzione di Centro di ascolto giovani teso a orientare e accompagnare i giovani nella scelta del percorso di studi universitari ovvero nell’avvio al lavoro.

SICUREZZA SICUREZZA

L’ottavo municipio si ama e si difende

Anche nel nostro Municipio le persone non si sentono più sicure a causa di un continuo aumento della micro criminalità, dovuto da una parte all’aumento della povertà e dall’altra dal complesso fenomeno dell’immigrazione incontrollata. Occorre lo sforzo congiunto delle istituzioni, Forze dell’Ordine e cittadini per un miglior controllo del territorio, per creare sinergie anche mediante l’implementazione di piattaforme elettroniche con le quali si possano segnalare in tempo reale situazioni pericolose per l’incolumità pubblica e contestualmente proporre soluzioni condivise. Vogliamo vivere in serenità, formando una comunità educata al rispetto del prossimo e dei beni comuni. Vogliamo che le famiglie siano libere uscire a qualsiasi ora del giorno e della sera in condizioni di sicurezza, camminando su strade illuminate, senza buche e con telecamere di sorveglianza. Siamo dalla parte dei proprietari di negozi perché siano protetti dalle scorrerie di bande che tagliano serrande e praticano furti.
  • Videosorveglianza. Vanno istallate apparecchi di videosorveglianza con il potenziamento delle pattuglie di pubblica sicurezza; particolare attenzione sarà data all’illuminazione e videosorveglianza di tutti i parchi municipali, con la possibilità che privati cittadini o esercizi commerciali finanzino particolari abbellimenti allo scopo pubblicitario.
  • Più consapevolezza. Favorire incontri periodici dei cittadini con rappresentati delle forze dell’Ordine per uno scambio proficuo di informazioni alla ricerca di soluzioni per la sicurezza.
  • Più forze di Polizia. L’apporto della polizia municipale deve essere valorizzato creando sinergie con le altre forze dell’ordine al fine di prevenire furti, rapine, violenza di ogni genere e con la designazione di incarichi quali il poliziotto di quartiere. Chiederemo un incremento delle Forze di Polizia e Carabinieri, da impiegare di concerto con le Forze di Polizia Urbana Municipale, per un presidio più efficace e attivo e un particolare investimento per l’installazione di sistemi capillari di telecamere fisse in parte collegate alla centrale operativa e in parte off-line per un monitoraggio completo del territorio. Come un’ulteriore garanzia di sicurezza per i cittadini, sarà attivata la figura del Vigile di quartiere per controllare il territorio e sanzionare eventuali abusi, con il compito di segnalare le aree verdi degradate, gli alberi pericolanti, le situazioni a rischio, segnalare cartelli stradali non visibili, semafori rotti, incroci pericolosi, strisce pedonali cancellate, strade rotte, marciapiedi dissestati. Il Vigile di quartiere ascolterà residenti e commercianti, interverrà sulla viabilità come doppie file, parcheggi in sosta vietata.
  • Lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti di ogni tipo, I giovani debbono essere tutelati dallo sballo, dal consumo di alcool e droga venduta nelle piazze, nei locali e presso le scuole e nei centri di aggregazione giovanili.
  • Eliminiamo la prostituzione con multe ai clienti. Contrasto alla piaga della prostituzione con l’ausilio di associazioni specializzate nella sottrazione delle donne alla schiavitù dei racket.
  • Lotta alla violenza sulle donne. Chiedere fondi per realtà pubbliche e associazioni di volontariato che operano in questo ambito, per contrastare qualunque tipo di violenza e offrire sostegno alle vittime.
  • Contrasto al bullismo. Il bullismo è una piaga che va debellata, coinvolgendo le associazioni che operano con i giovani, le scuole e le forze di polizia, aumentando la sicurezza nelle scuole e nelle aree verdi e mostrando “tolleranza zero” verso quegli atteggiamenti che in molti casi sono il primo campanello d’allarme.
  • Collaborazione tra le comunità. Le comunità di stranieri presenti sul territorio devono essere coinvolte nel processo di contrasto alla criminalità. Ciò si deve concretizzare con un percorso fattivo di integrazione socio-culturale ed una educazione al rispetto della legalità con formazione opportuna.
  • Ripristino della legalità per quanto riguarda gli immobili pubblici illecitamente occupati e la loro riconsegna al Municipio per attività che saranno decise con apposito bando, tenendo conto del reale stato giuridico degli attuali occupanti, ai quali, se spettante, sarà riconosciuto l’accesso ad alloggi popolari. Contrasto senza tregua ai microinsediamenti, bivacchi, mercatini abusivi.

MOBILITA’ MOBILITA’

Eppur ci si puo’ muover... meglio

La qualità della vita a Roma urbana dipende anche dalla qualità della mobilità, oggi più che mai diventa prioritario porre attenzioni ed energie verso una mobilità intelligente che inoltre sia rispettosa della salute pubblica, con riduzione di emissioni e polveri sottili. A tal fine si attuerà:
  • Potenziamento del trasporto pubblico locale in orario scolastico con interventi strutturali sul traffico in aree critiche.
  • Favorire navette scolastiche per eliminare l’addensamento di automobili davanti alle scuole in orario di ingresso ed uscita.
  • Sistemazione/rifacimento di strade, marciapiedi aiuole, segnaletica, illuminazione pubblica con priorità per la sicurezza delle persone.
  • Migliorare la viabilità con un opportuno piano che contempli le zone ad alta densità di traffico in centri urbani.
  • Divieto di passaggio a mezzi pesanti in vie strette con deviazione su via opportune, costringendo chi opera con tali mezzi ad adottare mezzi più idonei per le zone abitate.
  • Spazi parcheggio pubblico dedicati al carico e scarico.
  • Divieto di parcheggiare in sosta permanente camion caravan e simili.
  • Moltiplicare i Punti di noleggio di bici e auto su strada, in particolare ecosostenibili.
  • Manutenzione ed espansione di piste ciclabili in opportune zone.
  • Favorire il Car-sharing.
  • Lotta al parcheggio selvaggio e sistemazione dei punti di parcheggio per aumentare l’accesso a luoghi di shopping o uffici pubblici.

PATRIMONIO PATRIMONIO

Quanto mi costi, perché poco mi rendi?

La gestione del patrimonio immobiliare del municipio VIII deve essere totalmente riformata eliminando privilegi di coloro che hanno potuto fino ad oggi evadere canoni di locazione per centinaia di migliaia di euro, agendo anche in trasparenza nelle gare e assegnazioni, attuando controlli stretti sull’esecuzione dei lavori concessi fino al loro completamento.
La sola valorizzazione del patrimonio immobiliare può garantire diverse decine di migliaia di euro l'anno da utilizzare in parte per le gestione stessa del patrimonio e in parte per i servizi ai cittadini, come la manutenzione di strade, piazze, marciapiedi, giardini e restituire al territorio quella dignità perduta da anni a causa di amministrazioni insensibili alla bellezza e al decoro urbano che darebbe sviluppo alla comunità in termini di vivibilità e attrattività turistica a favore delle numerose attività commerciali di vicinato, artigianali ecc., favorendo anche la crescita economica di famiglie di commercianti residenti. Il patrimonio è una voce importante del bilancio del municipio.
  • Riqualificazione del patrimonio pubblico, di aree degradate e in abbandono, eliminando privilegi, offrendo servizi (piazza Navigatori), sbloccando le opere (ex mercati generali), valorizzando gli immobili e il patrimonio archeologico.
  • Giusta ricollocazione ed uso dei Beni confiscati alla mafia.
  • Gestione trasparente del patrimonio a reddito e di edilizia residenziale pubblica: abitazioni con pertinenze e locali commerciali. 
  • Gestione attenta dei beni ad uso istituzionale: edifici scolastici, servizi e uffici dell'ente come centri sociali, culturali, strutture sanitarie e di assistenza, mercati, uffici centrali e sedi locali.
  • Massima attenzione alla gestione delle aree e di terreni ed il verde pubblico e lo spazio pubblico in generale;
  • Massima vigilanza sugli Ex Mercati Generali su via Ostiense un complesso di 2500 mq, che ha un percorso travagliato e ancora non si vede la ripresa dei lavori.
  • Priorità massima all’ex Fiera di Roma, 73 mila metri quadri di spazio espositivo in stato di abbandono, dove la Investimenti Spa, società proprietaria, formata dal Comune, Regione e Camera di Commercio, non ha ancora ottenuto l’approvazione definitiva di tutti i soci per il ricorso al piano casa che gli consentirebbe un aumento di cubatura per un 30 percento in più rispetto al piano approvato, che permetterebbero alla ex Fiera di Roma di risolvere i suoi rapporti debitori con Unicredit. Quali benefici per il Municipio VIII?
  • Area AMA di piazza Caduti della Montagnola, con una superficie di circa 17.000 mq dove è prevista la trasformazione di tale area in 5200 mq per le residenze, 3500 mq per servizi privati, 8500 mq per gli uffici della nuova sede AMA, più parcheggi privati, servizi e spazi pubblici. Monitorare lo sviluppo del progetto risalente al 2008, attualizzandolo fino al suo compimento.
  • Attenzionare e portare a risoluzione altre realtà patrimoniali pubbliche come l’Ipab San Michele, il patrimonio commerciale dell’Ater, l’edificio di Poggio Ameno con edilizia autogestita fallita, recupero dell’area del Liceo Artistico di Tor Marancia e tante altre realtà lasciate al completo abbandono e degrado, edificabilità in zona piazza Navigatori in coerenza con il beneficio gli abitanti di questa zona del Municipio VIII.